Home Cultura Cultura Ancona

Ad Ancona un progetto inclusivo tra musica e disabilità

0
CONDIVIDI
Ad Ancona un progetto inclusivo tra musica e disabilità

Dal Museo Omero di Ancona e dal Teatro La Nuova Fenice di Osimo, in streaming gli eventi del progetto “Oltre l’ascolto” dell’Accademia lirica di Osimo per abbattere le barriere della disabilità.

Non si fermano gli eventi del Progetto “Oltre l’Ascolto – Esperienze di diversa abilità nella dimensione della musica” promosso dall’Accademia d’Arte Lirica di Osimo, Lega Del Filo d’Oro e Museo Tattile Statale Omero, in collaborazione con il Conservatorio “G. Rossini” di Pesaro e l’Associazione “Ragazzi Oltre” di Ancona – con il contributo di Cariverona e con il Patrocinio del Garante Regionale dei diritti alla persona.

Entrambe le manifestazioni si terranno a porte chiuse, davanti alle telecamere, in diretta sulla piattaforma Facebook di Osimoweb, il 3 Dicembre, alle ore 18, presso la sede del Museo Statale Omero di Ancona, l’unico al mondo che permette di conoscere l’arte attraverso il tatto, e il 12 dicembre, sempre alle 18, dal Teatro La Nuova Fenice di Osimo.

I programmi svolgono il tema  “Musica e diverse abilità” e sono il frutto di laboratori di scrittura e di musica d’insieme. Il progetto prevede infatti la relazione musicale – e dunque affettiva ed espressiva – fra persone di diversa capacità comunicativa: musicisti di diversa formazione (compositori, strumentisti e cantanti, tra cui allievi e insegnanti del Conservatorio “G. Rossini” di Pesaro e dell’Accademia di Osimo) hanno fatto esperienze musicali con i pazienti della Lega del Filo d’Oro, con musicisti diversamente abili, con gli studenti delle scuole, con gli ospiti delle case di riposo, di strutture sanitarie, delle carceri.

Giovedì 3 dicembre ricorre la Giornata Internazionale delle persone con disabilità:  il concerto “Intorno a Beethoven” ricostruisce l’ambiente viennese intorno alla dolorosa vicenda della perdita dell’udito di Ludwig van Beethoven, a cui la sordità non impedì la composizione dei grandi capolavori della maturità. Ci sono gli autori che hanno contato nella formazione del compositore – Salieri, Mozart, Haydn – e i suoi contemporanei – Rossini, Schubert, Weber. Protagonisti saranno i solisti dell’Accademia d’Arte Lirica di Osimo, insieme con il pianista Alessandro Benigni.

Il 12 dicembre vedrà la luce l’opera Lo scrigno magico, una nuova composizione, realizzata nella scrittura e nell’esecuzione da persone di abilità diverse, che durante il lavoro assieme hanno imparato ad interagire proficuamente ed a comunicare in maniera efficace. Il soggetto è di Paola Rupilli, ospite della Lega del Filo d’oro, i compositori sono Niccolò Neri e Alex Russo, allievi di Didattica della musica del Conservatorio di Pesaro, col loro docente Fabio Masini. Accanto alla pièce, sono programmate anche due liriche di Giovanna Orvietani – un’altra ospite della Lega –  musicate da Alessio Santolini e Filippo Scaramucci, allievi di Composizione dello stesso Conservatorio, nella classe di Lamberto Lugli. E ancora un Andante meditativo per saxofono contralto e pianoforte di Leonardo Sestilli. Sulla scena saliranno i solisti dell’Accademia d’Arte Lirica e un ensemble strumentale che include giovani che – attraverso la musica – mostrano di aver superato con il loro talento le loro notevoli difficoltà di partenza, diretti da Aldo Cicconofri. La messa in scena sarà affidata a Matteo Mazzoni

Video promo del Progetto “Oltre l’Ascolto”:



Loading...