Home Economia Economia Ancona

Conerobus, bilancio 2015 torna in utile

0
CONDIVIDI
Bus Tpl
Bus Tpl
Bus Tpl

ANCONA 23 GIU. Conerobus torna a chiudere un bilancio in utile. Dopo diversi anni di perdite, il bilancio di esercizio relativo al 2015 approvato ieri dall’Assemblea dei Soci ha fatto registrare un utile netto di 197 mila euro: notizia che è stata accolta con soddisfazione e positività dall’intera compagine degli azionisti.

«Il raggiungimento di una situazione di equilibrio economico-finanziaria – ha commentato il presidente Muzio Papaveri – era tra gli obiettivi che ci erano stati assegnati al momento del nostro insediamento, avvenuto nel 2014. Fin da subito ci siamo messi a lavorare con impegno e serietà, ed il raggiungimento di questo importante risultato in un lasso di tempo così breve ne è la prova». Soltanto nel 2014 l’azienda aveva chiuso il bilancio con una perdita di 995 mila euro.
Sulla ritrovata redditività di Conerobus hanno certamente pesato le iniziative messe in campo dal nuovo Consiglio di Amministrazione ed il gran lavoro di squadra svolto da tutti i collaboratori della società. Due le principali linee guida seguite: da una parte la razionalizzazione della spesa e l’ottimizzazione dei costi operativi che ha portato al loro contenimento; dall’altra il tentativo di allargare il raggio d’azione della società aprendola all’erogazione di servizi diversi dal solo TPL, anche attraverso le attività svolte dalla controllata Conerobus Service, attiva nel trasporto scolastico e turistico. Tutte azioni che hanno portato buoni risultati, e generato un margine operativo complessivo pari a 772 mila euro.
Il 2015 di Conerobus è stato caratterizzato da un’intensa attività anche sotto il profilo del ripristino finanziario, che ha portato all’apertura di un’importante linea di credito presso alcuni istituti bancari, a dimostrazione della ritrovata credibilità dell’azienda. La società ha inoltre lavorato molto anche sul piano dell’innovazione e dell’ammodernamento dei propri sistemi gestionali, basti pensare alla recente inaugurazione della centrale operativa. Il ritorno all’utile di bilancio ha permesso all’azienda di cominciare un primo piano di nuovi investimenti finalizzati allo sviluppo della flotta, tanto che nella seduta di approvazione del bilancio il CdA ha già deliberato l’acquisto di due mezzi.
Apprezzamenti per il lavoro svolto sono arrivati da tutti gli azionisti e dall’amministrazione comunale di Ancona. «Questo risultato – ha concluso il presidente Papaveri – ci ha resi più consapevoli delle capacità e potenzialità di questa storica azienda, e fiduciosi per ciò che sarà del suo futuro».



Loading...