Home Cronaca

Nominati Maestri del Lavoro, i settempedani Nasso e Tartari firmano davanti al Sindaco

0
CONDIVIDI
Maestri del Lavoro
La cerimonia svoltasi in Comune davanti al sindaco Piermattei (Foto Simonetti)

Dopo la cerimonia ufficiale, svoltasi lo scorso novembre in Prefettura, con la quale sono stati ufficialmente insigniti della carica di Maestri del Lavoro, onorificenza concessa dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella; i settempedani Gianfranco Nasso e Piero Tartari, sono ufficialmente entrati a far parte della Federazione dei Maestri del Lavoro della provincia di Macerata, presieduta dal console Angelo Previati che, con una breve ma intensa cerimonia ospitata a palazzo dei Governatori, sede provvisoria del Comune di San Severino Marche, li ha visti aderire all’importante organizzazione che, anche a livello provinciale, vanta molti iscritti.
Alla firma che ha sancito l’ingresso nella Federazione dei Maestri del Lavoro dei due nuovi membri settempedani hanno assistito il sindaco della Città di San Severino Marche, Rosa Piermattei, che ha fatto gli onori di casa insieme al console Previati in persona, al vice console, Sandro Rita, al decano dei Maestri del Lavoro settempedani, il cavalier Danilo Pinciaroli, al membro della commissione elettorale Luigi Ortenzi. E’ stato lui ad indicare alla Presidenza della Repubblica i nomi di Nasso e Tartari per l’assegnazione dell’onorificenza.

Nasso, 68 anni, da qualche tempo è in pensione e si gode la campagna di Cesolo, dove abita con la moglie Enrica Piermattei. Per lungo tempo è stato alle dipendenze dell’azienda Soverchia Marmi.
Tartari, ormai prossimo ai 70 anni, da 33 anni lavora presso l’azienda Novavetro e si dedica ancora al lavoro quotidiano con l’entusiasmo e la dedizione di sempre.

 

Loading...