Home Cronaca Cronaca Fermo

Sicurezza, controlli intensi della Polizia sulla costa fermana

0
CONDIVIDI
Monitoraggio

Nel decorso weekend sono stati svolti ulteriori controlli da parte delle Forze di polizia per garantire la sicurezza e la tranquillità dei residenti e dei numerosi turisti che affollano la nostra costa.

Le pattuglie della Polizia di Stato, Questura e Polizia Stradale, gli equipaggi dei militari dell’Arma dei Carabinieri e della Guardia di Finanza e gli operatori delle Polizie Locali dei comuni del litorale hanno vigilato sul rispetto delle regole e per la prevenzione dei reati.

In due giorni di intense attività, che hanno interessato particolarmente le zone del lungomare ma anche le aree di aggregazione dei comuni costieri, le Forze di polizia hanno identificato più di 700 persone, perlopiù appiedate, e sottoposto a verifica amministrativa circa 120 veicoli, elevando complessivamente 21 sanzioni per violazioni alle norme del Codice della strada.

Anche nei recenti controlli, che hanno coinciso con l’entrata in vigore dei controlli sui Green Pass,  la massima attenzione è stata rivolta alle attività commerciali della costa quali bar, chalet ed esercizi di ristorazione, nei quali il personale della Polizia Amministrativa della Questura ha effettuato specifici accertamenti per vigilare sul rispetto delle disposizioni normative concernenti il divieto di organizzare feste da ballo e quelle relative alla corretta organizzazione delle attività per evitare gli assembramenti dei clienti.

E dopo la sanzione e la diffida irrogata pochi giorni fa dal Questore di Fermo nei confronti del titolare di uno chalet che aveva contravvenuto alle norme che vietano i balli e gli assembramenti, una delle probabili principali cause della salita della curva dei contagi anche nella nostra provincia, altre immagini postate sui social sono al vaglio del personale della Polizia Amministrativa per individuare altri locali del litorale fermano nei quali si sono svolti i “balli proibiti”.

Controlli a tutto campo, capillari e senza sosta, che sono proseguiti anche nelle ore notturne per la vigilanza sui numerosi eventi e manifestazioni che hanno animato la costa ed i comuni dell’entroterra, ai quali vanno aggiunti i numerosi interventi delle volanti della Polizia di Stato in servizio di controllo del territorio.

Tra questi ultimi, ancora due furti di borselli lasciati incustoditi per alcuni momenti sotto l’ombrellone che hanno attirato delinquenti alla ricerca di facili bottini; pochi i soldi contenuti ma certamente il danno maggiore è stato determinato dalla scomparsa di documenti di identità e delle chiavi delle abitazioni e dei veicoli delle vittime.

Un altro furto ai danni di due turisti i quali, al ritorno dalla spiaggia, hanno avuto l’amara sorpresa di riscontrare l’effrazione del vetro della propria autovettura dal quale era stata asportata una borsa contenente poche banconote ma soprattutto documenti e tessere bancomat.

Furti ma anche sostanze stupefacenti, come la dose di hashish del peso di poco più di un grammo sequestrata ad un quasi ventenne di Fermo.

La Volante, intervenuta a seguito di segnalazione per una lite animata tra due giovani, non li ha rintracciati ma ha notato una autovettura con la portiera aperta all’interno della quale, sul sedile, era ben visibile un bilancino di precisione ed un portafogli.

Poco dopo si è avvicinato il giovane proprietario del veicolo che è stato sottoposto ad un controllo con l’ausilio dell’unità cinofila della Guardia di Finanza che ha consentito di ritrovare la droga nella vettura. La sostanza stupefacente è stata sequestrata, il ragazzo segnalato alla Prefettura e la patente di guida è stata ritirata.

Pochi gli interventi per liti e per situazioni di ubriachezza molesta segnalati dai residenti ma tra le comunicazioni pervenute al numero di emergenza 112, anche quella relativa ad una giovane seduta presso un bar in bikini e tacchi a spillo che portava, alla coscia, un vistoso coltello da sub.

Giunti sul posto i poliziotti hanno subito individuato la ragazza, già nota per i suoi precedenti, la quale ha spontaneamente consegnato agli operatori il coltello da sub, lungo 26 cm e con lama seghettata di 13 cm ed ha successivamente estratto dalla borsetta un altro coltello da caccia della lunghezza complessiva di 36 cm e con lama seghettata di 22 cm.

I due coltelli, per il porto in pubblico dei quali la giovane non ha fornito alcuna giustificazione, sono stati sequestrati e la ragazza denunciata all’Autorità Giudiziaria.

Controlli di sicurezza e di polizia amministrativa senza interruzioni che verranno ancor più intensificati nei prossimi giorni e nel periodo di Ferragosto.



Loading...