Home Cronaca Cronaca Ascoli Piceno

Provincia di Ascoli, piano di razionalizzazione del patrimonio dell’ente

0
CONDIVIDI
Provincia di Ascoli
Provincia di Ascoli

ASCOLI PICENO 6 MAG.  Prosegue con determinazione l’azione della Provincia di Ascoli per il risanamento economico finanziario assicurando, contemporaneamente, la funzionalità dei servizi erogati sul territorio. Complessivamente l’Ente riuscirà a risparmiare circa 115 mila euro di affitti e spese collegate mediante un articolato piano di razionalizzazione degli spazi di proprietà nell’edilizia scolastica e del proprio patrimonio di uffici, strutture e parco auto.

Non dobbiamo infatti dimenticare che la nostra Provincia è impegnata, già con importanti risultati conseguiti, ad uscire dal predissesto finanziario e dal piano di riequilibrio – dichiara il Presidente Paolo D’Erasmo – e determinate scelte potevano e dovevano essere assunte negli anni precedenti.”

Entrando nel dettaglio dei provvedimenti in itinere, verranno recuperati circa 50 mila euro con il recesso dall’affitto della sezione distaccata del Liceo Classico “Stabili”, attualmente ospitata in Via Sardegna. I locali sono infatti di proprietà del Comune di Ascoli che provvede alla manutenzione. Pertanto, con il trasferimento degli allievi in un altro edificio di proprietà della Provincia, si otterrà il duplice vantaggio di eliminare il fitto passivo e di provvedere direttamente alle necessità logistiche e manutentive della scuola rispondendo così meglio alle esigenze della scuola stessa. Ci sono varie ipotesi al vaglio considerando che gli edifici scolastici di proprietà dell’Ente sono parzialmente utilizzati e presentano importanti e positive potenzialità di utilizzo con scelte operative che verranno attuate in piena sinergia con i dirigenti scolastici.

 

Secondo punto qualificante dell’operazione di razionalizzazione sarà il trasferimento di una parte degli archivi della Provincia dall’ex seminario in altri edifici con un risparmio stimato, tra spese per utenze e locazione, di circa 24 mila euro. A ciò si aggiunge lo spostamento dello Iat di San Benedetto del Tronto dalla Rotonda Giorgini alla Palazzina Azzurra già attuato all’inizio dell’anno, che consente un risparmio di ulteriori 21 mila euro. Già dal 2016 inoltre si beneficerà della razionalizzazione attuata nel parco auto dell’Ente. Sono infatti state dismesse o vendute 14 vetture obsolete o non utilizzate con un risparmio complessivo in termini di ricavi di vendita, oneri di bollo e altre spese di 20 mila euro.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here