Home Politica Politica Ancona

Ancona, il progetto TRAC arriva alla seconda fase per un’installazione temporanea in mare

0
CONDIVIDI
ancona
TRAC - Tresoldi Academy Meda accensione ┬® Roberto Conte

La Giunta Comunale ha approvato la seconda fase del Workshop #2 Sea, che regalerà ad Ancona un’installazione temporanea in mare di TRAC – Tresoldi Academy. Si tratta di un progetto didattico nato per volontà di Edoardo Tresoldi e YAC – Young Architects Competitions. Il progetto è frutto della collaborazione con una rete di partner locali: Cantiere delle Marche, Fondo Mole Vanvitelliana, CNR-IRBIM e Tonidigrigio.
La prima fase ha visto 15 giovani partecipanti, selezionati attraverso un bando di TRAC – Tresoldi Academy, lavorare sotto la direzione artistica di Edoardo Tresoldi in collaborazione con l’artista marchigiano Oliviero Fiorenzi dal 7 al 18 giugno 2021. L’opera è stata realizzata all’interno di Cantiere delle Marche ed è frutto della relazione tra artisti, partecipanti, professionisti e maestranze di Cantiere delle Marche.
“La cosa più formidabile di questo progetto – afferma l’assessore alla Cultura Paolo Marasca – è il territorio. La Mole, come polo culturale pubblico, CNR-IRBIM, come ente di ricerca, Cantiere delle Marche, come eccellenza produttiva privata, Tonidigrigio come professionisti del settore comunicativo, hanno stretto un patto e reso possibile, così, un evento straordinario. Il territorio si è messo nelle condizioni di invitare un artista di notorietà internazionale, di dialogare con lui, riflettere sulla città e sul suo destino, coinvolgere 15 giovani. Questo significa una cosa: quando le forze di una città si uniscono, quando il privato, il pubblico e la ricerca si confondono in un solo progetto, questo diventa possibile ed entusiasmante. Può accadere anche ad Ancona”.

La seconda fase di Sea prevede la richiesta, da parte del Comune di Ancona, dell’utilizzo temporaneo di uno specchio d’acqua nell’area antistante il Passetto. Infatti, l’opera dal titolo Meda, una torre campanaria con una scultura cinetica realizzata da Oliviero Fiorenzi, chiede di abitare il mare di Ancona per un periodo di circa quattro mesi. La richiesta partirà dal Comune di Ancona e la Capitaneria di Porto dovrà approvare gli elaborati per concedere lo spazio.
“Per questo – continua l’assessore – la rete di territorio ha fornito una serie di relazioni. La relazione culturale, ad opera di TRAC – Tresoldi Academy, che definisce l’intervento sotto il profilo artistico; la relazione scientifica di CNR-IRBIM, che individua l’area dove l’impatto ambientale è minimo e relaziona sulle correnti e sulle caratteristiche climatiche; la relazione di Cantiere delle Marche che ha ideato, progettato e realizzato l’intera struttura di supporto per l’opera, e si occupa di coordinare l’operazione sul piano tecnico”.
Gli elaborati sono stati sottoposti alla Giunta Comunale dall’ufficio Cultura e, a seguito della delibera di Giunta, saranno inviati alla Capitaneria. “Lavoriamo a questo progetto da tempo – prosegue Marasca – e la messa in mare dell’opera sarà una grande festa popolare per tutta la città, perché simboleggia il legame di Ancona con il mare che la circonda”.
La relazione di CNR-IRBIM è stata e sarà fondamentale per la progettazione e la realizzazione, la scelta della location e lo studio dell’impatto sull’ambiente. Il personale scientifico dell’Istituto si è occupato di eseguire la caratterizzazione ambientale dell’area marina in oggetto ai fini della possibile collocazione dell’opera per valutarne l’idoneità, minimizzarne l’impatto ambientale e favorire un’adeguata progettazione in grado di resistere agli eventi meteo-marini. Sono stati condotti rilievi morfobatimetrici tramite ecoscandaglio multifascio (MBES) e Sub Bottom Profiler (SBP) per caratterizzare la morfologia e la batimetria dei fondali. Attraverso l’utilizzo di un veicolo sottomarino a comando remoto (ROV, Remotely Operated Vehicle) è stato possibile censire gli organismi presenti sui fondali e valutare l’eventuale presenza di biocenosi sensibili. Sono state infine eseguite analisi del regime ondametrico e correntometrico tramite simulazioni numeriche su dataset messi a disposizione dal portale Copernicus Monitoring Environment Marine Service (CMEMS) per stimare i valori di intensità e direzione della corrente superficiale previsti nel punto di probabile ormeggio dell’opera e l’analisi del moto ondoso. Sulla base delle risultanze è stata individuata la possibile miglior area di collocazione, sottolineando l’importanza di una progettazione attenta ai fenomeni ondosi particolarmente intensi e provenienti dai quadranti Nord o Sud Est e individuando il periodo estivo (maggio-agosto) come quello più favorevole al collocamento, periodo nel quale gli eventi meteo-marini avversi sembrano essere meno frequenti o comunque di minore entità.
CANTIERE DELLE MARCHE, in qualità di partner dell’evento Workshop #2 Sea e quale realtà produttiva del territorio di Ancona, si è proposto di mettere a disposizione il proprio know-how tecnico interno per la realizzazione di questa opera d’arte e di fornire il proprio contributo attivo per la promozione artistico-culturale della città di Ancona. Lo svolgimento del Workshop si è infatti svolto all’interno di un’area ad hoc negli stabilimenti del cantiere che ha ospitato la realizzazione dell’opera. Il dipartimento tecnico-ingegneristico del cantiere ha inoltre studiato e sviluppato il progetto della parte sommersa (galleggiante e sistema di ancoraggio) che permetterà all’opera stessa di essere posizionata in mare e stazionare nell’area dedicata per il tempo individuato dalle parti. Alla base dello sviluppo del progetto sono stati tenuti in considerazione i dati riportati dalla relazione ambientale fornita da CNR-IRBIM e sono stati considerati i dati relativi ai fenomeni atmosferici locali nel periodo previsto per l’installazione.
Il galleggiante sarà costruito in acciaio al carbonio, grado A+ per la struttura e piombo e calcestruzzo come zavorra interna per migliorare le caratteristiche di stabilità. Per la modalità di ancoraggio si è tenuto conto della necessità e volontà di tutti gli enti coinvolti di ridurre quanto più possibile l’impatto ambientale, utilizzando un solo punto e seguendo le modalità in uso per le “mede” (segnale marittimo affiorante in superficie per avvisare della presenza di una secca o di uno scoglio sommerso). Il corpo morto sarà in calcestruzzo.

__

TRAC – Tresoldi Academy #2 Sea è un progetto di Edoardo Tresoldi e YAC – Young Architects Competitions
Direzione artistica: Edoardo Tresoldi
Con la collaborazione di: Oliviero Fiorenzi
Con il supporto di: Cantiere delle Marche
Partner culturali: Comune di Ancona, Fondo Mole Vanvitelliana
Partner scientifico: CNR-IRBIM
Partner comunicazione: Tonidigrigio

__
I PROTAGONISTI DEL PROGETTO
TRAC – Tresoldi Academy
TRAC – Tresoldi Academy è un progetto didattico, nato per volontà di Edoardo Tresoldi e YAC – Young Architects Competitions, orientato alla presentazione di workshop progettuali pensati per sensibilizzare i giovani alle tematiche dell’arte contemporanea, attraverso la realizzazione di installazioni site specific che possano contribuire alla valorizzazione dei territori su cui esse vanno ad innestarsi. TRAC – Tresoldi Academy si propone come una realtà che si posiziona fra arte e architettura, attraverso la quale giovani di talento avranno l’opportunità di prendere parte al processo creativo del lavoro di una fra le più prestigiose e apprezzate firme dell’arte contemporanea: un ciclo di momenti formativi orientati al “saper immaginare” (concept e disegno di un’installazione artistica) e al “saper fare” (la produzione della medesima).
tresoldiacademy.com

YAC – Young Architects Competitions
YAC è una società promotrice di concorsi di progettazione ed architettura, orientata all’affermazione della cultura della ricerca in ambito progettuale. Nei propri anni di attività YAC ha maturato un’esperienza di lavoro e collaborazione con le principali firme dell’architettura contemporanea, affrontando e approfondendo numerosi temi di progettazione architettonica. Oggi quest’esperienza ancor più si orienta al supporto dei giovani progettisti, attraverso la definizione di percorsi formativi di assoluta eccellenza finalizzati al perfezionamento professionale e ad un efficace inserimento nel mercato del lavoro. Grazie alla collaborazione con realtà professionali ed accademiche di chiara fama, YAC si qualifica quale contesto ideale nel quale completare od aggiornare le proprie competenze ed ottenere un efficace collegamento con i più importanti studi dello scenario internazionale.
yacademy.it

Edoardo Tresoldi
Edoardo Tresoldi indaga le poetiche del dialogo tra uomo e paesaggio utilizzando il linguaggio architettonico come strumento espressivo e chiave di lettura dello spazio. L’artista gioca con la trasparenza della rete metallica per trascendere la dimensione spazio-temporale e narrare un dialogo tra Arte e Mondo, una sintesi visiva che si rivela nella dissolvenza dei limiti fisici delle sue opere. Nato a Milano, dopo gli studi artistici si trasferisce a Roma dove lavora nel campo della scultura, della scenografia e del cinema, ambiti che gli forniscono una visione eterogenea delle arti. Nei contrasti del paesaggio contemporaneo lo scultore riconosce il suo Genius Loci di appartenenza e individua nella contaminazione il principio fondante del suo lavoro. Dal 2013 realizza installazioni in spazi pubblici, contesti archeologici, festival e mostre in tutto il mondo. Nel 2016 realizza, in collaborazione con il MiBACT, l’intervento autoriale nello scavo archeologico della Basilica paleocristiana di Siponto, convergenza unica tra arte contemporanea e archeologia premiata con la Medaglia d’Oro all’Architettura Italiana. Nel 2018 realizza “Etherea” per il Coachella Music and Arts Festival negli USA. Nel 2019 presenta “Simbiosi” per il prestigioso contesto di Arte Sella e fonda STUDIO STUDIO STUDIO, laboratorio interdisciplinare a sostegno di artisti, progetti di arte pubblica e produzioni di arte contemporanea. Nel 2020 inaugura l’installazione permanente “Opera” a Reggio Calabria.
edoardotresoldi.com

Cantiere delle Marche
La storia di CdM inizia nel 2010. Dal 2015, il cantiere è il primo costruttore leader mondiale di yacht explorer. Le strutture coprono una superficie complessiva di 16.000 metri quadrati, di cui 7.000 mq di officine e 1.000 mq di banchine. Siamo un gruppo unito dalla passione per il mare: uomini e donne in grado di affrontare le sfide quotidiane di un settore in continua evoluzione.
cantieredellemarche.it

Fondo Mole
Il Fondo Mole Vanvitelliana si occupa, per il Comune di Ancona, della valorizzazione della Mole attraverso la programmazione e il coordinamento delle attività culturali. Fondato nel 1996, ha all’attivo numerose mostre di carattere nazionale e internazionale tra cui le più recenti Arrivi e Partenze Mediterraneo, Biennale dei Giovani Artisti del Mediterraneo (BJCEM) 2013, Ecce Homo e festival dedicati al tema dell’arte contemporanea e del neo-artigianato, tra cui AnconaCrea e Weekendoit. Svolge attività di promozione degli spazi della Mole di raccordo tra gli operatori e l’amministrazione comunale e si occupa della direzione artistica dell’estate della Mole.
lamoleancona.it

CNR
Con un organico di oltre 5.000 ricercatori e scienziati, CNR è la più grande struttura pubblica di ricerca in Italia, orientata alla realizzazione di progetti di ricerca di base e applicata, alla promozione dell’innovazione e della competitività del sistema produttivo nazionale, ed a fornire tecnologie e soluzioni ai bisogni emergenti della società. Fondato nel 1923 per promuovere ricerca e competitività del sistema Italia, CNR si fregia di alcuni Istituti dedicati alla ricerca marina, tra cui l’Istituto per le Risorse Biologiche e le Biotecnologie Marine (IRBIM CNR). Grazie al lavoro di oltre 100 scienziati e giovani ricercatori, IRBIM CNR si orienta allo studio della biologia ed ecologia degli organismi marini, in una logica di tutela degli ecosistemi, di sviluppo tecnologico e di valorizzazione delle potenzialità produttive dell’ambiente marino.
ricercamarina.cnr.it

Tonidigrigio
Tonidigrigio è un team di professionisti che si occupa di facilitare, sviluppare, gestire i processi di comunicazione integrata per generare valore. Tonidigrigio, agenzia di comunicazione e marketing, progetta e realizza sistemi integrati di comunicazione pensati per essere in dialogo con i vari media e i diversi linguaggi. Affrontiamo il processo di comunicazione con metodologie strategiche, agili e analitiche, gestendo e curando tutte le componenti che rendono efficace un progetto grazie alle specifiche professionalità interne.
tonidigrigio.it

 

Loading...